PENSAREINFORMA - Dott. Riccardo Inghilleri

RICCARDO INGHILLERI
CHINESIOLOGO - POSTUROLOGO
DOTT.
ALLA BASE DELLA TUA SALUTE C'E' IL MOVIMENTO
Vai ai contenuti

SOSTANZIALE DIFFERENZA TRA ATTIVITA' SPORTIVA E ATTIVITA' MOTORIA

Dott. Riccardo Inghilleri
Pubblicato da in Salute · 1 Novembre 2020
Tags: SportAttivitàmotoriaSaluteProfessionePatologie
La differenza evidente tra Attività Sportiva e Attività Motoria consiste nel fatto che il primo ha l'obbiettivo ludico, sociale, aggregativo e competitivo, mentre la seconda, l'attività motoria, ha la sua principale finalità nell'essere Preventiva, di Mantenimento e Curativa o di Salute.
Questo dicono le recenti linee guida emanate dal Ministero della salute.
Con questa premessa e netta distinzione, infatti non tutte le attività sportive sono adatte ai più piccoli, adolescenti o agli anziani (nella terza età per esempio è utile per patologie croniche come, osteoporosi...)
Un esempio, può essere il nuoto, che può andare benissimo per i più piccoli e nella terza età, oltre che per il recupero funzionale post trauma/intervento, ma per "disturbi" dei più comuni paramorfismi (scoliosi...), in età (5-16 anni) non è ideale. Essendo uno sport "assimmetrico ripetuto simmetricamente", non solo aggrava ma accellera notevolmente le forme più comuni, come scoliosi e dorso curvo, ribadendo che il concetto "il nuoto cura la scoliosi" è sbagliato e arcaico.
Quindi non tutti gli sport sono indicati a tutti, e che la differenza tra sport e attività motorie, presuppone approcci professionali ed operativi completamente e nettamenti differenti.
Un altro esempio di Sport, dlelterio in occasione di patologie osteo-articolari, è la camminata/corsa sportiva.
Nella Rachialgia (dolori alla colonna vertebrale), specialmente in presenza di ernie discali, è molto deleterio in quanto biomeccanicamente predispone la colonna vertebrale a "compressione" ripetute, per quanto leggere o moderate che siano. Quindi in questi casi, in generale, sarebbe più opportuno dell' attività posturale.
In conclusione, la raccomandazione è che, sia che si tratti di sport, o di attività motoria, è di rivolgersi sempre a Professionisti e di non affidarsi mai a consigli generici, specie in presenza di patologie o disturbi, perchè tutti possiamo sollevare un braccio o correre, ma c'è il modo corretto e il modo sbagliato che poi porta a problematiche più o meno serie. Non tutti gli sport portano beneficio in determinate condizioni, e la scelta di appropriate attività va opportunamente valutato, caso per caso, e trattato da chi di competenza.





333-85.98.859

r.inghi@libero.it

Collegno - Nichelino
Torino e provincia
Copyright riccardoinghilleri. Tutti i diritti riservati
Partita I.V.A.: 10220820012
Torna ai contenuti